venerdì 3 luglio 2015

Cinque cose assolutamente impensabili che possono provocare l'acne


Prevenire la formazione dell'acne sul viso non è semplicemente una questione di alimentazione, bensì di una lunga serie di abitudini e comportamenti, apparentemente innocui, che possono provocare i brufoli.
Ecco le cinque cause più impensabili della formazione dell'acne sul viso, riportate da Eme de Mujer:
1) Il dentifricio. Alcuni medici sconsigliano di lavarci i denti dopo aver lavato il viso, poiché alcune sostanze presenti nella pasta dentifricia possono generare impurità intorno alla bocca. Per questo motivi è raccomandabile lavare ogni mattina prima i denti e poi il viso.
2) Prodotti per i capelli. Dallo shampoo al balsamo, passando per cere e gel, i prodotti per i capelli possono venire a contatto con la pelle del viso e i loro residui possono provocare brufoli e punti neri. Per questo si consiglia sempre di lavare bene il viso dopo aver lavato e sistemato i capelli.
3) Cuscini. Durante la notte la nostra pelle genera più sebo, che finisce per depositarsi sui cuscini. Per risolvere questo problema, oltre a cambiare le federe ogni settimana, insieme alle lenzuola, è bene girare ogni giorno il proprio cuscino.
4) Occhiali, auricolari e telefoni. Ci sono diversi oggetti di uso decisamente comune che ogni giorno portiamo a contatto con la pelle del nostro viso. Dal cellulare alle cuffie auricolari, passando per gli occhiali: tutti questi oggetti sono un vero e proprio rifugio per i batteri e per questo motivo vanno mantenuti puliti e disinfettati ogni giorno.
5) Salviette, ovatta e asciugamani. Quando ci laviamo il viso, spesso il nostro lavoro viene vanificato se gli oggetti che utilizziamo non sono adeguatamente puliti. Per questo motivo è bene cambiare ogni giorno l'asciugamani, oltre ad assicurarsi che prodotti come salviette struccanti, batuffoli di ovatta e salviettine usa e getta siano ben chiusi all'interno dei loro contenitori. 

Nessun commento:

Posta un commento