mercoledì 17 dicembre 2014

Mal di testa, se si riduce il sale diminuiscono gli attacchi


Un modo efficace per ridurre la comparsa del mal di testa? Diminuire la quantità giornaliera di sale. E' quanto suggerisce uno studio Usa, della John Hopkins University, pubblicato sul “British medical journal”.
I ricercatori hanno preso in esame 400 persone, divise in un gruppo che ha seguito una dieta a base di frutta e verdura e in un altro che ha proseguito con un'alimentazione tradizionale. Tutti i partecipanti allo studio, indipendentemente dal tipo di dieta seguita, hanno consumato in occasione dei pasti principlai inizialmente 9 grammi giornalieri di sale, poi sei e infine tre.
E' stato chiesto loro di registrare, per ogni tappa, l'eventuale comparsa di alcuni sintomi, come gonfiore addominale, bocca asciutta, sensazione continua di sete, afafticamento, naisea e mal di testa. Mettendo in relazione i dati ottenuti, gli studiosi hanno rilevato che diminuendo la quantità di sale giornaliera, da nove grammi a tre, risultavano diminuire di un terzo anche gli episodi di mal di testa.
L'ipotesi avanzatanello studio è che ciò accada perché consumando meno sale si abbassa la pressione e si riducono i battiti cardiaci, con una diminuzione significativa degli attacchi.

Nessun commento:

Posta un commento