mercoledì 11 giugno 2014

Make-up: come applicare il fard



In francese si dice fard, mentre in inglese blush, è il must per valorizzare il viso rendendo la pelle più fresca. Armonizza, corregge e dà quel colpo di bon ton in più, creando giochi di luci e ombre, ma attenzione al metodo di applicazione e al colore. I marroni-rosati creano ombreggiature molto morbide. I mattoni danno risultati marcati e incisivi. Le tonalità rosate, soprattutto quelle pallide, donano un effetto estremamente nature regalando trasparenza alle guance. Ma come sempre è importante scegliere la nuance in base al proprio incarnato e al tipo di pelle. Per esempio, con pelli segnate dal tempo sono vietati i fard paillettati, a favore dei satinati. Anche in questo caso è importante il metodo di applicazione.
Ogni viso è unico e non è possibile applicare la stessa tecnica per ogni donna. Se la forma della faccia è rotonda, si deve snellire. È ideale il blush correttivo, da polverizzare dal naso verso le tempie, seguendo una linea obliqua. Mentre per chi ha il viso allungato basta stenderlo in senso orizzontale dall’orecchio in direzione del naso. Se il viso è quadrato bisogna ingentilire i tratti. Due o tre toni più scuri di terra o fondotinta servono per creare delle zone d’ombra nella punta del mento, ai lati del viso, e nell’incavo delle guancia.

Nessun commento:

Posta un commento